Come costruire un quadricottero. Parte VI

Una volta saldato i componenti sulla basetta siamo a buon punto. Dobbiamo creare una copertura in gommapiuma per la imu, in modo da diminuire le vibrazioni dovute ai motori.

Il passo successivo è fissare il tutto alla base del quadri, io ad esempio ho usato una campana di dvd come contenitore.

Saldiamo i cavi degli esc ad una schedina di distribuzione dell’alimentazione, io ne avevo una già fatta ma potete farvela voi senza problemi.

Fissate tutto con viti, colla o fascette e il gioco è fatto! il Quadricottero è pronto 🙂

Vi lascio qualche immagine con il mio grezzo ma low cost lavoro.

 

Prossimo step configurazione.

Annunci

Supporto GoPro per bicicletta

In questa guida vi mostrerò come costruire un semplice e poco costoso adattatore per montare la vostra GoPro sulla bicicletta.
L’unico accessorio che vi consiglio di comprare è il Tripod Mount, cioè l’adattatore per viti da 1/4 di pollice, le normali viti per fotocamere.

Ps: per le guide sul quadricottero abbiate ancora un pò di pazienza, sto lavorando alla scheda principale per costruire un modulo unico e praticamente universale, quindi devo essere sicuro che tutto funzioni a dovere

Come costruire un quadricottero. Parte III

Oggi affrontiamo la costruzione del frame, vi ricordo che non è un passaggio obbligatorio e che esistono molti frame in commercio, quindi se siete allergici al fai da te saltate pure questo passaggio.

Per tutti gli altri ecco come ho fatto io, chiaramente se qualcuno è più ferrato in materia e vuole offrire consigli utili è liberissimo di farlo qui nei commenti.

Per prima cosa ho comprato al brico un profilato di alluminio di 1,5 cm di spessore e 1 m di lunghezza. Poi con un seghetto da ferro ho tagliato il profilato in 4 parti uguali da 25 cm.

Poi ho preso delle lastre di vetronite non ramata (potete usare anche legno o alluminio) e ho tagliato due quadrati 10×10 cm.

 

Ho forato i bracci in due punti e la vetronite in corrispondenza di questi

 

Ho montato il tutto con 8 viti da 3mm con i loro dadi

poi ho forato i bracci alle estremità esterne, facendo 3 buchi, due per le viti che fisseranno i motori e uno per l’albero del motore che così è in grado di muoversi (purtroppo quest’ultimo non l’ho fotografato)

 

 

Infine ho montato i motori con 2 viti da 3mm ciascuno ed ecco il risultato finale

 

Finalmente il nostro quadricottero sta prendendo forma, fra non molto la parte “meccanica” sarà finita e passeremo a quella elettronica perciò restate sintonizzati e tornate a trovarmi 🙂

Alla prossima!